Profumo di pitosforo e…

Proust aveva la madeleine io invece ho il profumo dei fiori. Si perchè ad ogni profumo mi tornano in mente luoghi e ricordi.

Il pitosforo che fiorisce in questa stagione con il suo profumo pungente mi ricorda il mare di Liguria, le lunghe passeggiate con Roberto ed il mio cane, la focaccia unta che quando la mangi ti sporchi tutte le dita, l’aperitivo delle sette alla piazzetta di Nervi oppure a San Rocco di Camogli dove ammiri un tramonto stupendo che ti entra nell’anima e ti riappacifica con il mondo….

IMG_1407La mia casa a S.Ambrogio invece la associo al glicine dei miei vicini di casa. Una pianta enorme e vecchissima che si è attorcigliata sopra al garage e che alla sera, quando chiudo le persiane di casa, mi fa restare con il naso in aria per qualche minuto perchè il suo profumo mi dice: è arrivata primavera.

Mirto = Sardegna. Quello è un profumo veramente inconfondibilibile; appena si mette piede sull’isola ti avvolge. Profumo di vacanza, di bagni in mare che a fine giugno è ancora freddo, di corse mattutine sulla costa dove i cespugli di mirto se non stai attenta ti lasciano il loro ricordo, di pic nic in spiaggia, dei miei bambini piccoli che facevano castelli di sabbia, di relax assoluto e di incursioni dal pescivendolo per cucinare uno spaghetto che non delude. Come non affezionarsi al suo profumo?

IMG_8652

Olea Fragrans e….. la mia stagione preferita si avvicina, i camini si accendono, per le passeggiate si mettono i primi maglioni pesanti e le nebbie ovattano tutto. È il profumo  che da bambina associavo all’inizio  della scuola e alle merende con le caldarroste ed i miei cugini. Ho fatto piantare in un angolo del giardino una pianta tanto  mi piace la sua fragranza, e Roberto mi prende sempre in giro perché dice che il nostro è l’unico esemplare senza aroma, ma sono certa che il prossimo autunno si dovrà ricredere e avremo un’esplosione del dolce profumo che i fiorellini bianchi rilasceranno, attendo con impazienza e vi saprò dire se quest’anno ce l’ha fatta🌳.