Dal parrucchiere

Ok ci vado proprio l’indispensabile e forse qualche visita in più non mi farebbe male. Ho anche un parrucchiere super simpatico oltre che bravissimo: Andrea con un negozio accogliente, (passate da Sensation se siete a Varese e mi darete ragione) spesso ci incontro qualche amica e poi mi fanno un tè buonissimo eppure…. sono di una pigrizia galattica quando devo andare a farmi i capelli. Sarà per reazione a mia mamma? Lei ci andava 2/3 volte la settimana quando ero bambina, mi deve essere venuta l’allergia all’epoca…. 😬. Invece andare al salon de coiffure è per moltissime persone una vera coccola. Sapete quelle cose che, quando si è in momenti super concitati, diventano un vero toccasana? Immaginatevi di essere sulla poltrona con le gambe distese, azionare il bottone del massaggio ed avere qualcuno che vi fa un altro massaggio alla testa prima di sciacquare il balsamo…. (dovrei ricordarmi di questa cosa più spesso😉) Davvero un momento di pura estasi.

Andare dal parrucchiere però non è sempre piacere puro. Vi è mai capitato di entrare in un salone, sedervi e venire scrutate dal parrucchiere di turno che con aria di sufficenza vi chiede: “Ma il colore lo ha fatto lei?” e voi cercando di mantenere un certo contegno (ma nella realtà vorreste scavarvi un buco gigante) rispondete che ve lo ha fatto il vostro solito parrucchiere e che non vi sembra male….  oppure uscire con un taglio che davvero vi dona poco o un colore che avrebbe dovuto essere lo stesso di quell’attrice di cui avete portato la foto, invece…. o una piega che proprio non vi piace? (l’ultima opzione è la più facile da rimediare, un bello shampoo a casa e siete di nuovo voi).

Durante il mio girovagare nel mondo ho avuto parecchie occasioni di provare più di un parrucchiere. La cosa si fa abbastanza complicata quando arrivi in una città dove non conosci nessuno a cui chiedere indicazioni, non conosci la giusta terminologia nella lingua  che devi usare e così vai alla spera in Dio… Quando vivevo a Parigi andavo in un salone super chic, grandi lampadari di cristallo, signorine di nero vestite e molto cortesi che ti offrivano thè o caffè mentre ti stavano facendo il colore con il balayage, o ti stavano tagliando le ciocche con estrema concentrazione del parrucchiere di turno e cosa assolutamente non trascurabile dove gli appuntamenti erano rispettati al minuto. Per vostra informazione prima di approdare in questo mondo perfetto ne ho conosciuti altri da cui uscendo mi saliva alle labbra questa  domanda: “ma questa chi è? non sono io”

Altre avventure quando vivevo a Greenwich dove la prima volta che ho messo piede dal parrucchiere sono uscita con un colore scurissimo, i capelli quasi “asciutti” ed il portafogli molto alleggerito. No comment, parrucchiere cambiato all’istante ed il fatto che il nome fosse italiano non è stato sinonimo di garanzia, sappiatelo quando siete all’estero e preparatevi alla domanda: “Li vuole asciugare?” perché negli States dall’hairdresser ci si può  andare solo a tagliare i capelli, l’asciugatura  non è obbligatoria… 😳😱

Ma tornando al presente, prometto che mi impegnerò e farò visita al mio parrucchiere più spesso, e voi? Che rapporto avete con i vostri capelli? Li curate e visitate i parrucchieri con assiduità? Che fate leggete i rotocalchi o vi portate un bel libro? Mia suocera si portava i compiti in classe da correggere 📝. Io generalmente sfoglio qualche rivista e mi faccio una cultura sugli ultimi dettami della moda. Ultimissima domanda: “Amate il coiffeur?”

40 Replies to “Dal parrucchiere”

  1. Con me sfondi una porta aperta. Odio i parrucchieri, forse perché stare ore con la testa piegata non giova allaia cervicale e poi quando esco sono soddisfatta 1 volta su 10. Avevo una parrucchiera brava ma passava tutto il tempo a sparlare delle sue clienti, quindi immagino che lo facesse anche di me con le altre, quindi ho cambiato ma sto ancora cercando quello giusto. In effetti alla mia età dovrei cominciare ad andarci più spesso, il look scompiglio ormai non va più bene.

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Anna, è veroooo ci sono una serie di parrucchiere pettegole. Vai nel loro negozio e vieni a sapere tutto di tutti. Evito come la peste😉. Il look scompiglio mi sa che è da abbandonare per davvero, mannaggia!

      Mi piace

  2. Buongiorno Gisella e buona domenica. Io sono come te, dal parrucchiere solo in casi estremi come per il taglio o un occasione particolare sennò mi pare uno spreco di tempo, quando sono lì penso alle cose che potrei fare a casa e non mi rilasso. Il colore poi mi pare tantissimo tempo perso, così lo faccio da sola e mentre è “in posa” magari stiro o riassetto e poi diciamocelo, sono rari i parrucchieri che riescono a capire cosa vuoi di preciso o quelle poche volte che vado, arrivata a casa mi ritocco da sola la messa in piega, e si che a quel che so fanno pure dei test sulla psicologia, pensa che una delle gemelle ha fatto la scuola per parrucchiera e spesso mi chiede se può farmi la piega ma declino pure i suoi inviti alle volte o se mi sottopongo devo avere telefono, un libro o un giornale alla mano altrimenti cosa faccio in quella mezz’ora???😂

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Katia, io il colore per forza dal parrucchiere e ti dirò che non ho i compiti in classe da correggere come faceva mia suocera ma una bella rivista, di quelle alte 4 dita me la gusto proprio. Ma dai un’oretta tutta per te ogni tanto? dove puoi “studiare” le ultime mise, leggere chi ha abbandonato chi e berti un caffè in tutta calma. Se ti impegni ve la puoi fare…. poi avendo una bimba del mestiere approfittane, anche gratisssss 😜😘

      Mi piace

  3. ciao Gisella buona domenica
    Il parrucchiere è per me un po come per te la scoperta di un nuovo mondo e sopratutto una coccola che mi regalo non cosi spesso come vorrei…
    Io li in genere mi aggiorno sul gossip e per il taglio pronuncio questa frase magica ” faccia lei è lei l’ esperto”…e in genere esco soddisfatta

    Piace a 1 persona

    1. Ecco la fortuna di non avere nessuno che brontola se i capelli sono troppo corti te la invidio. Di solito alla frase fatidica” faccia lei” arrivano un bel paio di forbici e parecchi cm in meno di capelli e qui inizierebbero i brontolii.
      Tanti baci

      Mi piace

  4. Buongiorno Gisella mi piace andare dal parrucchiere perché è un modo per dedicarmi attenzione…anche se non sempre sono stata accontentata. Ricordo le tante volte che tornavo a casa e poi me li ristemavo a modo mio. Adesso vado dalla mia parrucchiera sotto casa e ormai ha capito come li voglio, mossi!!! Visto che normalmente li tengo lisci secondo la loro natura :). Dovrei fare il colore per via dei capelli bianchi che cominciano a spuntare ma non ho voglia perché dovrei andare ogni settimana e l’altra pure per la ricrescita….lo facevo quando ero giovanissima con le sfumature mogano che in un certo senso sono tornate di moda. Ma cerco di resistere e …shhhh strappo quei filini bianchi che vengono fuori. Buona domenica baci Luisa

    Piace a 1 persona

    1. ma sai che è un classico Luisa? Chi li ha lisci li vuole mossi e viceversa. Io da ragazzina chiedevo la svedese e qui “svelo la mia età “ secondo me poche di voi sanno di cosa parlo😂😂😂. Insomma ora i capelli che mi fa Andrea sono sempre ben fatti, lisci o mossi mi piacciono comunque. E tu ti strappi i capelli bianchi? Ma allora ne hai pochi!!!! Io resterei calva 😦
      Buona serata anche a te cara 💋

      Mi piace

  5. Io mi stufo presto dei parrucchieri x cui cambio spesso…. All’inizio mi trovo bene, sembra abbiano capito quello che voglio, dopo due o tre volte che vado poi, fanno sempre di testa loro…. X cui quando vedo così cambio, cambio, cambio…… Io poi ho dei capelli ribelli x cui vanno capiti!!!!!! 😂😂😂😂 buona domenica splendida Gisella 😍

    Piace a 1 persona

  6. Dai capelli lunghissimi e molto ricci che richiedevano cure costanti e stressanti, alla mia età sono passata ad un millimetro e ci impiego non più di un quarto d’ora a farmeli tagliare. Un attimo e sono bella pronta !!!

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Gabriella, bisogna avere coraggio nella vita….. tu lo hai avuto io non so se ci riuscirei. A parte il fatto che tanto poi i capelli ricrescono e quindi si può almeno provare.
      Il fare in frettissima però deve essere davvero comodo e ogni tanto sarebbe utile anche a me. Io risovo facendo la classica coda di cavallo, non proprio uguale però….

      Mi piace

  7. Quel che non sopporto dei parrucchieri è” l’ interrogatorio”… finché eseguono il loro lavoro ti “schedano” chiedendoti che lavoro fai, stato civile ecc…senza contare che molti saloni ti fanno compilare addirittura un modulo coi dati personali…non ci ho messo più piede e mi sono rifiutata…da quando in qua tutte ste storie per un colpo di forbici? Io lo vedo come un momento di relax e talvolta gradirei rimanermene zitta e tranquilla… Lo so che lo fanno per cortesia ma sarebbe il caso di mantenere un giusto equilibrio tra una sana chiacchera e un questionario…
    BUONA DOMENICA!

    Piace a 1 persona

    1. 😂😂😂 ti mettono anche la luce puntata? Sei splendida Silvia! Si io preferisco una sana chiacchera ma solamente quando sono nel giusto mood altrimenti rivista aperta, a buon intenditore….

      Mi piace

  8. Sono un po’ restia a frequentare il parrucchiere ma quando i miei capelli urlano “help” mi tocca, colore ne faccio uno molto simile al mio naturale, taglio medio lungo un po scalato sul davanti, lo scorso inverno ho fatto la frangia che ora e cresciuta e la spostò lateralmente, in pratica un taglio facile da mettere in forma visto che sono impedita con l’uso spazzola/phone!!! Magari se conoscessi un salone come quello parigino che hai descritto…mia mamma che era un’assidua frequentatrice della parrucchiera sosteneva che i capelli sono come la cornice per un quadro😊

    Piace a 1 persona

  9. Sarà che le nostre mamme la sapevano più lunga di noi??? La mia continua nonostante la veneranda età a volere avere i capelli in ordine, dovremmo forse prendere spunto? Che dici?
    Buona serata

    Mi piace

  10. Capelli lisci ribelli e tendenti al crespo! In tutta la mia vita sarò uscita completamente soddisfatta 3 o 4 volte? 😬 ora vado da una parrucchiera sotto casa, simpatica ma un po’ chiaccherona! Per i miei gusti vado anche troppo spesso…ogni 20 giorni…..grazie ai capelli bianchiiiii!!!!anche io se li strappassi sarei pelata! Poi appena tornata a casa cosa faccio? Aggiusto la frangia, se ci passano troppo con il phon si elettrizza e divento come gatto Silvestro che prende la scossa! Insomma il parrucchiere è un incubo!😯

    Mi piace

    1. Un incubo …ahahah. Ma saranno i parrucchieri a non capirci o noi a non spiegarci in maniera chiara? Mah… Marina anch’io dovrei andare ogni 3 settimane… ma da ora mi impegno e ci andrò
      Un abbraccio

      Mi piace

  11. Gisella! Ma come in USA ti potano i capelli e se non lo chiedi ti fanno uscire wash & go!! Troppo ridere! Io ho trovato una pettinatrice!! Che finalmente ha capito cosa desidero, taglio e piega in silenzio… Senza chiacchiere ” da salone”, a volte sono così rilassata che mi addormento!! E ho deciso.. Dopo i 50 ogni tre settimane vado a rifare il taglio e ogni due mesi i colpi di sole.. 💇💋💋💋💋

    Piace a 1 persona

    1. Esatto negli States funziona così…. Immagina lo choc dopo il mio bel Salon français. A dire il vero pochissime volte sono uscita contenta. A Greenwich però ultimamente (intendo 2anni fa…) avevo una serata con cena di gala a N.Y e finalmente sono stata contenta del parrucco. Si dice meglio tardi che mai, no?

      Mi piace

  12. ..E vogliamo parlare anche di quei parrucchieri che ,alzando una ciocca di capelli e con una smorfia, ti dicono”questi capelli hanno bisogno di essere rivitalizzati , hanno bisogno di colore e taglio”..insomma una maniera indiretta per dirti che non sei la meglio e cercano di vendere i loro prodotti!!!! A me e’ successo e non non ci sono andata più, per fortuna poi ho trovato la mia parrucchiera, Lucia, che ormai mi conosce e sa il taglio che voglio e li’ mi rilasso proprio ( anche se poi il portafoglio piange ma per quel poco che vado ne vale la pena😉)!

    Piace a 1 persona

  13. A proposito di parrucchieri per giramondo come te, lo sai che ho letto da qualche parte, che in Cina le tariffe per il taglio variano in base ai cm tagliati? Se non sbaglio, tu scegli quanti cm vuoi tagliare e il relativo prezzo 😃 particolare vero? Da noi sarebbe conveniente tanto ai parrucchieri quando dici che vuoi dare una “spuntatina” raddoppiano sempre le misure del taglio, poi magari te li lisciano,così sembrano più lunghi e tu ti rendi conto dei cm persi solo tre giorni dopo quando li lascerai al naturale.

    Piace a 1 persona

  14. Buongiorno Gisella, ogni tanto e’ piacevole andare dal parrucchiere una vera coccola. Generalmente faccio colore e piega da sola, “mi adatto un po’”, a volta mi taglio leggermente anche le punte, poi quando vedo che i miei capelli non ne vogliono più sapere , vado a sistemarli. In genere preferisco leggere una rivista oppure stare in silenzio, mi rilasso così! Un abbraccio forte 💚 buona giornata 😊 a te e tutte le signore 😘

    Mi piace

  15. ho sempre amato poco andare dal parrucchiere perchè lo consideravo una enorme perdita di tempo. Da tempo però è dovuto diventare un appuntamento mensile per via dei capelli bianchi, quindi l’ho trasformato in un momento di vera gioia andando insieme ad una mia amica. mentre ci impiastrano i capelli noi organizziamo un week end fuori con le nostre famiglie, o una cena con i rispettivi mariti, visita ad una mostra…. Quelle due ore che prima erano una tortura da anni sono diventate un piacere.

    Mi piace

  16. Ciao Gisella, carinissimo il tuo post. Io con i miei capelli ho un rapporto pessimo, mi sembrano sempre disordinati(li ho molto mossi) e vado tutte le settimane dal parrucchiere nel tentativo di dare loro un aspetto accettabile e LISCIO.. con scarsi risultati. Ho vissuto in molte città e (tranne per un breve periodo quando abitavo a Milano) non sono mai riuscita a trovare un parrucchiere che riuscisse ad incontrare i miei gusti. Per cui, dopo un paio di anni in genere, mi stanco e cambio di nuovo. Difficilmente mi piace il modo in cui me li tagliano o la piega.. penso sia colpa mia a questo punto! Anche io non amo le ‘chiacchiere da parrucchiere’ e in genere per il lavori più lunghi (colore, contrasti…) porto un libro da casa e mi rilasso così.

    Mi piace

    1. Capelli ribelli anche tu? I rapporti con i parrucchieri sono a volte “tribolati” sino a quando finalmente si scova quello perfetto, allora non lo si lascia più…
      Una abbraccio Antonella

      Mi piace

  17. Io ci vado ogni mese e mezzo circa, quando la ricrescita scura fa capolino alla radice delle mèches. Ci vado con piacere perché la mia parrucchiera è simpatica e non si da troppe arie. Odio quei posti troppo asettici dove ti senti a disagio e sembri un’aliena.

    Piace a 1 persona

  18. Il parrucchiere un dramma!
    Ne avevo uno bravissimo, che sapeva tagliare i capelli ricci e non uscivo dal negozio come un porcospino! Poi da Genova si è trasferito a Milano e da allora è iniziata la mia peregrinazione.
    Ho visto di tutto: quelli che scalavano con la macchinetta (rasoio 😱), quelli che me li tagliavano da asciutti (i ricci?), o quelli che mi hanno fatto pagare doppio il taglio perché ho tanti capelli (nemmeno fossi cugino IT)…potrei continuare per ore, ahhhh ahhhh!
    Ora mi trovo abbastanza bene, ma nel mio cuore rimane sempre lui “Salvatore, di nome e di fatto.

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Monica, noi donne siamo fantastiche! Riusciamo a essere ironiche anche quando ci metteremmo a piangere e alcune volte uscendo dal parrucchiere lo faremmo veramente…
      Un grande abbraccio e buona domenica 😍

      Mi piace

  19. ciao, hai perfettamente ragione. Ce ne sono alcuni che ti fanno compilare una specie di questionario per “capirti” ma non sempre ci riescono… provato di persona, abbastanza allucinante 😉

    Mi piace

  20. per me andare dal parrucchiere era sempre come andare dal dentista ma da quando ho trovato la mia preferita mi siedo tranquilla e non mi preoccupo del mio look finale 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...