La suocera

Avete presente quante barzellette sono state inventate per le suocere? E tante ne inventeranno ancora. Penso però, che oggi la suocera sia diventata decisamente più simpatica di qualche anno fa.  Almeno lo spero perché sarò fra quelle che ricopriranno il ruolo.

A ben pensarci tutte le mamme andranno ad “ esercitare la professione” più scomoda al mondo. Si perché se le mamme dei maschi  – è il mio caso – dovranno vedersela con le nuore, situazione spinosissima sino a qualche decennio fa, le mamme delle femmine diventeranno comunque suocere di baldi giovani  che sono generalmente più accomodanti delle signorine 😉 e con cui dovrebbe essere generalmente più facile andare d’accordo. (salvo eccezioni).

Stavo cercando articoli sulle suocere. Ne ho trovati parecchi e la cosa bizzarra è che tutti sono delle specie di manuali su come difendersi  dalla suocera. Accidenti – ho detto – non siamo messi benissimo. Anche la letteratura è ricca di volumi sull’argomento. Lì, fortunatamente, ho trovato titoli meno preoccupanti. Uno addirittura diceva: I ❤️ suocera. e mi sono rinfrancata.

Ma quali sono i sentimenti che più facilmente suscitano le suocere? Eccoli qui : (ne avrò saltati tantissimi in questo micro elenco, portate pazienza….)

  • simpatia
  • soggezione
  • gentilezza
  • critica
  • rispetto
  • amicizia (ho letto che è assolutamente sconsigliata🙄)
  • insofferenza (qui si possono scrivere fiumi di parole sulle motivazioni)
  • astio
  • rivalità
  • affetto

Ma essere suocera ci mette sempre in una posizione scomoda? Voi che ne pensate? Che rapporti avete con vostra suocera? Più si è giovani e più sono generalmente complicati. I motivi sono mille, da quelli futili tipo a pranzo della domenica voglio fare ciò che voglio a quelli più seri dove si nota una vera belligeranza da una delle due parti. Con l’età generalmente le cose migliorano, noi nuore ci addolciamo avendo ormai acquistato sicurezza per quanto riguarda la nostra famiglia e così riusciamo a vedere la suocera come la mamma di nostro marito. Colei che lo ha fatto diventare l’uomo di cui ci siamo innamorate. Si perché senza ombra di dubbio il suo imprinting é stato determinante come lo sarà il nostro sui nostri figli, maschi o femmine che siano.