La crème brûlée è un dolce che mangio sempre volentieri. Sino a qualche tempo fa lo si trovava spesso nella carta dei dessert dei ristoranti migliori, ora sta tornando di prepotenza alla ribalta. A prescindere dalle mode culinarie trovo questo dolce squisito per il suo gusto delicato e la sua superfice croccante.

Qualche anno fa seguendo un corso di dolci francesi il maître pâtissier  Kazuko ci svelò i segreti per averlo assolutamente perfetto.

Come vedrete in questa ricetta ci sono dei passaggi che non troverete sui libri di cucina, seguiteli ed avrete una crema dalla texture perfetta. Il procedimento prende più tempo delle ricette comuni ma vi assicuro ne vale la pena. Pronte?

Ingredienti:

  • 145 gr. tuorli (7/8 uova e potrete usare l’albume per fare qualche meringhetta o un’ottima pavlova altrimenti si possono congelare….)
  • 85  gr.  zucchero semolato
  • 445 gr. panna
  • 150 gr. latte
  • 1 stecca di vaniglia
  • 1 pezzetto di cannella
  • Zucchero di canna q.b. per caramellare.

Unite il latte alla panna, aggiungete anche la stecca di vaniglia aperta a metà a cui avrete raschiato l’interno del baccello mettendolo nel liquido ed il pezzetto di cannella. Scaldate a fuoco dolcissimo per 1 ora. Mescolate  i tuorli con lo zucchero aggiungeteli alla panna  e mettete il composto  a riposare in frigorifero per un giorno senza coprire, raggiungerà la giusta  consistenza, tranquille. Il giorno successivo passate al setaccio, versate nei ramequins o in una teglia di ceramica grande. Mettete i contenitori in un grande recipiente a cui avrete aggiunto acqua bollente sino alla metà dell’altezza dei ramequins e cuocete a bagnomaria per 50 minuti con forno ventilato e caldo a 130 gradi. Sorvegliate, i dolci sono pronti quando il loro interno si muove leggermente quando li scuotete. Fateli raffreddare a temperatura ambiente. Una volta ben freddi mettete un cucchiaino di zucchero di canna sulla superficie di ogni ramequin e usando un cannello caramellate partendo dall’esterno andando verso il centro. Attendete qualche minuto e quando il caramello si sarà indurito servite.

Enjoy!!!

 

foto dal web

 

Posted by:mypie2016

ciao, sai chi sono? Mi chiamo Gisella, sono nata a Varese ma ho vissuto anche negli States e a Parigi. Ho 2 ragazzi, forse sarebbe più corretto dire uomini, Niccolò e Tommaso che vivono e lavorano a Milano e durante i week end ( ogni tanto) riappaiono a casa. Sposata da più di 30 anni con Roberto quest'anno abbiamo festeggiato i nostri primi 40 insieme. Amo la mia famiglia, il mare, la cucina, gli amici, passeggiare nella natura ed il mio fedele cagnone, Zion. Mi piace viaggiare, lo preferisco fare in compagnia della mia famiglia (sempre più raro riuscirci...) ma anche sola mi posso bastare. Spero ogni tanto buttiate un occhio su questo sito troverete tutto ciò che mi piace e che spero possa piacere anche a voi. A presto Gisella p.s. ora vivo ancora negli States, vita vagabonda... 😉

28 risposte a "Crème Brûlée"

  1. Non ho mai provato questo dolce, nella sua accurata descrizione, trovo sia squisito, lo proverò sicuramente , molto bello da presentare! Grazie mille Gisella! Un abbraccio! Buona giornata 😊 e buon weekend 😘

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Maria Luisa, io a volte lo preparo anche in una teglia “comulativa”.Bisogna sorvegliare la cottura. Di solito ognuno si serve a piacere magari anche più volte. Moooolto “sociale” fatto così 😉

      "Mi piace"

  2. La amo e l’ ho anche preparata in casa diverse volte, voglio provare la tua ricetta è sicuramente sarà migliorativa.
    Il forno, i dolci e compagnia bella erano ” chiusi per ferie” ma tra un po’ si ricomincia !

    "Mi piace"

  3. Adesso sono io ad avere un po’ di malinconia…la preparava sempre mia nononna! Ottima! Mi hai fatto tornare in mente tanti bei ticordi! Grazie Gisella.

    "Mi piace"

    1. Nooooo, però se i ricordi sono piacevoli ne son contenta. Ricordare l’infazia e tutto quello che ci riporta alla memoria a me fa sempre piacere. Prova il dolce magari è “uguale” a quello della tua nonna. Tanti baciiiii

      "Mi piace"

  4. È il dolce preferito di mio marito a dire il vero la prendo all’esse già pronta di una marca francese ed è abbastanza buona ma di certo non potrà competere con la tua…voglio provare a farla! Felice we

    Piace a 1 persona

    1. Per essere precisi l’impiattamento non è il mio (scritto alla fine articolo 😜) i miei ramequins sono bianchi… ma la ricetta è proprio mia e gustata più volte. Come dici tu buonissima 😘

      "Mi piace"

  5. Ciao Gisella rientrati anche noi dalle vacanze…io e mia mamma non abbiamo resistito a riaccendere il forno e visto che piove e fa freschino è stato anche piacevole. Abbiamo iniziato col salato ma poi toccherà ai dolci. Adoro la creme brûlé ma mai preparata…i miei bimbi sono rimasti affascinati in un ristorante perché servita ancora “infuocata”, una delizia. Grazie per la condivisione di questa ricetta speciale. Bacioni Luisa

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Mamilu. ben tornata! Questa mattina ho anch’io acceso il forno per fare una focaccia con pomodorini perché a pranzo abbiamo ospiti ed anch’io ho trovato la cosa piacevole, qui c’è un venticello freschino….. Spero piaccia ai tuoi bimbi questo dolce se intendessi farlo. Un abbraccio 🤗

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...