Notre-Dame

Vedere le immagini della cattedrale in fiamme mi ha riempito di tristezza.

È stato il primo monumento dove portai i bambini nel 1998, anno in cui andammo a vivere a Parigi.  Era una giornata calda di Agosto, il cielo quasi bianco per via dell’afa. Mi ricordo che  entrammo e la frescura delle mura antiche ci diede  il benvenuto. La maestosità della chiesa un pò intimoriva, le sue vetrate invece erano un’esplosione di gioia con tutti i loro colori stupefacenti.

Si ammutoliva di fronte a tanta bellezza, non era solo il rispetto religioso che faceva tacere, era proprio lei, la cattedrale stessa, che ti toglieva la voglia di parlare perché si restava affascinati di fronte alla sua gigantesca e bellissima struttura.

Ho visto alcune immagini del rogo, ho visto  cadere la bella guglia ricamata ed il mio cuore ha saltato un battito. Tanti ricordi che custodirò gelosamente: la Santa messa pasquale, le molte visite fatte durante quegli anni quando venivano a trovarci amici e parenti….

Fortunatamente il rogo ora è domato, si verrà a capire come è divampato, si cercherà di mettere in sicurezza la struttura cara ai parigini che si sono riversati nelle strade a pregare e cantare.

Ora bisogna unire le forze e cercare di riportare Notre – Dame al suo splendore iniziale. Non sarà cosa facile ma si può provare.

 

 

Foto mypiesite