Bucatini alla coda di rospo

Ecco un primo piatto gustoso e che vi lascerà dubbiose dopo aver letto la ricetta. Dopo il primo assaggio, invece, la magia dei sapori faranno si che lo cucinerete molto spesso. Questo piatto arriva dritto dritto dalla cucina di Valentina. Lo preparammo assieme parecchi anni fa nella mia micro cucina della casa sarda. Lo spazio è davvero piccolo e lavorare in due è più complicato di quanto si possa pensare ma ho un bellissimo ricordo di quella serata ed il piatto è insuperabile.

Ecco quello che vi servirà nel caso voleste cucinarlo:

  • 500 gr. pomodorini a grappolo maturi
  • 1 spicchio d’aglio
  • qualche foglia di basilico
  • 1 scalogno
  • 250 gr. guanciale tagliato a cubetti
  • 3 fette di coda di rospo
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • olio extra vergine d’oliva e sale
  • 1 manciata di prezzemolo ed un mazzetto di basilico
  • 5 cucchiai di pecorino
  • 400 gr. bucatini (o spaghetti)

Iniziare preparando il sugo di pomodoro mettendo in un pentolino un cucchiaio d’olio, lo spicchio d’aglio leggermente schiacciato, i pomodorini tagliati a metà, le foglie di basilico. Cuocere circa 25/30 minuti e salare prima di spegnere. Nel frattempo in un altro padellino tagliare lo scalogno, unire un cucchiaio d’olio evo ed aggiungere il guanciale. Rosolarlo per circa 5/10 minuti (a seconda della dimensione dei cubetti), quando ha un bell’aspetto toglierlo dal fuoco. Ora preparare il pesce: tagliare a cubetti di circa 2cm. la coda di rospo, metterla in una padella capace assieme a tre cucchiai d’olio, rosolarla bene, unire il vino bianco, farlo evaporare e cuocere per una ventina di minuti dopo aver salato. Ora unire il sugo di pomodorini ed il guanciale al pesce. Mettere al fuoco una pentola con acqua salata, al bollore buttare la pasta e cuocerla al dente. Scolarla e unirla al sugo di pesce (aggiungendo al caso un pochino di acqua di cottura) Padellare bene. Finire il piatto con un trito di prezzemolo, il   basilico ed il pecorino.

Enjoy!