Vivere come una newyorkese

New York è una città speciale. Se l’avete visitata mi darete ragione. Racchiude in se mille anime. È viva e pulsante oppure tranquilla e discreta. Offre ristoranti stellati delle più svariate cucine oppure hot dog e hamburger per strada. È un museo moderno a cielo aperto  ma ha anche luoghi dove ammirare le bellezze del passato. È una città ricca, basta passeggiare sulla Madison Avenue per rendersene conto ma allo stesso tempo si trovano anche  negozi dove fare buoni acquisti.

A New York si vive in appartamento con il doorman che ti apre la porta, in bellissimi alloggi di vecchie case a tre piani con le ringhiere in ferro battuto e gli scalini che vi portano all’entrata oppure in enormi loft con i soffitti altissimi. Qualunque sia la sistemazione c’è una costante: alla sera guardando dalla finestra vedrete mille luci  che vi terranno compagnia.

Ma cosa fare se si vive a New York? Anzi cosa poter  fare se si viene a visitarla e si vuole viverla come una newyorkese?

Ecco i miei suggerimenti:

  •   Camminate ovunque.  Sono dell’idea che le città vadano visitate a piedi. Scarpe comode ai piedi ed una mappina che vi faccia compagnia. Sul mio telefono ho scaricato City Mapper. È un’applicazione che vi permetterà di raggiungere il luogo desiderato a piedi, in taxi oppure con i mezzi pubblici.
  • Visitate i dintorni. Intendo andate a Brooklyn il sabato o la domenica per fare tappa al mercato delle pulci, visitate Coney Island per camminare sul famoso lungomare pavimentato di legno oppure andare al Luna Park per tornare bambini qualche ora, non dimenticate il Bronx per vedere uno spaccato dell’Italia degli anni 50 ( ci sono negozi di alimentari che in Italia  oggi è quasi impossibile trovare… e dove io faccio rifornimento di crescenza, pane “italiano”  e salame)
  • Passate qualche ora in un parco. Che sia Central Park, Bryant Park, Riverside Park (quello sotto casa mia) . Fate come si fa qui: acquistate un sandwich, una fetta di torta e qualcosa da bere e sedetevi su una panchina o sul prato. Fatelo nell’intervallo del pranzo e divertitevi ad osservare gli altri. Troverete persone uscite dagli uffici e vestite di tutto punto, famiglie con cestino da picnic e bambini che giocano attorno, studenti con bibita (a volte anche birre ma non si potrebbe…) e freesby, dog walker con più di un cane e potreste trovare anche me in compagnia del mio peloso. Finita la vostra sosta, passeggiate nel verde. Ho scoperto alcuni luoghi dove non si sentono i rumori della città, fontane dove si fanno regate con micro barche a vela e quasi ovunque profumi inebrianti. (specialmente in questa stagione)
  • Alzatevi una mattina molto presto e andate ad osservare lo spuntare del sole ed il colore che assume questa metropoli. Poi camminate lungo il fiume e sarete sorpresi dal vedere quanti joggers ci saranno. La mattina presto New York è assolutamente irriconoscibile : poche macchine e luce perfetta per scattare qualche foto.
  • Aperitivo su un roof top. Questa è una piccola chicca. Paesaggi  incredibili con i grattacieli che si dipingono di arancione quando tramonta il sole, persone fra le più diverse, musica e long drinks. Questa è la New York dei residenti
  • Acquistate un mazzo di fiori. Che sia in un mercato all’aperto, un negozietto minuscolo o una bancarella. I prezzi non sono proprio economici ma le composizioni a volte sono davvero speciali. Avete mai notato quelle degli hotel?

Volete  sapere se faccio tutte queste cose? Nel prossimo articolo vi racconterò quali sono i miei spot preferiti.

Alla prossima volta 😉 e grazie per la visita!

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Foto mypiesite