Nella mia mente avevo progettato un articolo diverso da quello che in realtà sto scrivendo. Vi volevo raccontare di un negozio che ho scoperto qui  a New York… beh lo farò nel prossimo post,  invece…. È mattina, fuori dalle vetrate è tutto di quel colore lattiginoso, Zion è beatamente sdraiato accanto  a me  che sono seduta sulla mia poltrona  preferita e penso.

Penso agli anni  che sono passati così velocemente, a tutte le belle cose che mi sono successe, a tutti gli scogli che ho trovato e che sono riuscita a circumnavigare e penso che sono cambiata.

Non so se sono cambiata  in meglio…

Sono rimasta abbastanza sognatrice ma decisamente più disincantata, sono sempre entusiasta delle novità ma so che a volte i cambi mi porteranno fatica che so affrontare, resto innamorata di mio marito, ma lo amo in maniera diversa di quando avevo 15 anni – eh sì, stiamo assieme da così tanti anni –  un amore profondo fatto di comprensione, gioia,  solidarietà, passione, condivisione e tenerezza (mi fermo qui ma potrei continuare ancora un po’) Sono diventata più intransigente, (sarà un bene?) meno portata a frequentare chi mi infastidisce ma decisamente più soddisfatta delle persone che mi circondano. Sono consapevole di non piacere a tutti e lo accetto, mentre sino a qualche anno fa ne facevo un cruccio. Sono certa che ogni battuta d’arresto non è una sconfitta ma un nuovo trampolino da cui spiccare il volo. Sono rimasta una persona determinata e cocciuta (eh, forse in questo potrei migliorare…) ma mi vado bene comunque anche con i miei difetti. Sono diventata più riflessiva (anche se so che c’è chi potrebbe aver da ridire 😂) e agisco dopo aver pensato (anche se non sembra…😬). Sono diventata più obbiettiva, più sicura e sono capace di perdonarmi…

Gli anni sono passati e non mi lamento

e voi?

Un abbraccio ed aspetto le vostre riflessioni, ora vado a correre 🏃🏻‍♀️ (mi sto preparando per una mezza maratona, poi vi racconterò, baci )

 

foto mypiesite

Posted by:mypie2016

ciao, sai chi sono? Mi chiamo Gisella, sono nata a Varese ma ho vissuto anche negli States e a Parigi. Ho 2 ragazzi, forse sarebbe più corretto dire uomini, Niccolò e Tommaso che vivono e lavorano a Milano e durante i week end ( ogni tanto) riappaiono a casa. Sposata da più di 30 anni con Roberto quest'anno abbiamo festeggiato i nostri primi 40 insieme. Amo la mia famiglia, il mare, la cucina, gli amici, passeggiare nella natura ed il mio fedele cagnone, Zion. Mi piace viaggiare, lo preferisco fare in compagnia della mia famiglia (sempre più raro riuscirci...) ma anche sola mi posso bastare. Spero ogni tanto buttiate un occhio su questo sito troverete tutto ciò che mi piace e che spero possa piacere anche a voi. A presto Gisella p.s. ora vivo ancora negli States, vita vagabonda... 😉

28 risposte a "Invecchiare ci fa bene"

  1. Cara Gisella,
    nel 2021 compirò quarant’anni, quindi non so se ho le credenziali giuste per scrivere queste righe di commento…
    Scherzi e dati anagrafici a parte, mi ritrovo in molti passaggi di questo post, a partire dal titolo: non rimpiango la mia giovinezza, sia perché non è stato uno dei periodi più rosei, sia perché – come scrivi – l’equilibrio era molto di là da venire…
    Non che adesso abbia raggiunto il traguardo; forse, però, ho imparato ad avere un pizzico in più di pazienza e una visuale un po’ meno rigida.
    Ciò che invece non riesco proprio a migliorare è l’autostima: non ho fiducia in me stessa e in questo ammiro la tua forza quando scrivi che “i cambi mi porteranno fatica che so affrontare” o, più avanti, “Sono certa che ogni battuta d’arresto non è una sconfitta ma un nuovo trampolino da cui spiccare il volo”.
    Buona passeggiata con Zion; io uscirò a prendere il pane, ma prima il mio rito della seconda colazione: caffè lungo con due quadretti di cioccolato fondente e un biscotto home made.

    Piace a 2 people

    1. Ciao Milena, ho riflettuto prima di risponderti e ti dico che a volte mettiamo l’asticella troppo in alto. Lo dico per esperienza… e per esperienza ti dico anche che se davvero ci fermiamo un attimo ad osservare tutti i progressi che abbiamo fatto (perché di sicuro ne abbiamo fatti) il nostro cuore non può che scoppiare d’orgoglio. Riuscire a superarsi anche nelle piccole cose ci dona sicurezza che forse al momento non cogliamo, ma che ci fa agire e pensare in maniera diversa. Le nostre esperienze belle o brutte che siano ci danno forza. Forza che a volte noi non vediamo, ma c’è e tu ce l’hai. Un grande abbraccio 🤗

      "Mi piace"

  2. Cara Gisella questo è uno dei post che più mi piace! Alla soglia dei 50…sono in una fase di enormi cambiamenti!
    Posso dire che adoro la routine?
    Non so come e quando ne uscirò.
    Sono invecchiata tutta in una volta! Sono arrivate le prime rughe intorno agli occhi in particolare quando sorrido. A parte lo stupore iniziale…mi piacciono fanno vissuto!
    Sono anchw io più riflessiva…ma non più paziente 😞

    Piace a 2 people

    1. Posso dire che io da questo commento vedo una donna coraggiosa, consapevole e che sa “stare a galla” alla grande? E poi io adoro i cambiamenti (anche se a volte sono faticosetti) ci aprono la mente, ci danno slancio, ci mettono in discussione e quindi ci regalano nuova linfa. Le rughe… anche se non mi piace troppo la palpebra calante fanno parte di noi e va bene così. Un bacio 💋

      "Mi piace"

  3. Questo è il lato positivo dell’invecchiare, di solito si diventa più consapevoli di se stessi e delle priorità della vita. La conseguenza? Ci si concentra di più su se stessi e su quello che fa bene al proprio spirito. 🙂
    Un saluto

    Piace a 1 persona

    1. !e priorità della vita cambiano ed è vero che ci si concentra più su se stessi, ma non per puro egoismo ma proprio perché la nostra vita ha preso un’altro corso rispetto a quando avevamo 30 anni e, posso dirlo? Mi piace un sacco!

      Piace a 1 persona

  4. Io non ti vedo rughe, ma due bellissimi occhi che ridono, si..gli occhi possono ridere, ed è una fortuna saperlo fare spontaneamente. Poi ti vedo un sorriso che farebbe invidia a una ventenne. Io mi trovo a metà, non più ragazza, ma neppure grande grande..
    Mi piace pensare che gli anni ci diano valore e che aumenti il conteggio di esperienze e di persone amate. Che strana questa vita, mi guardo indietro e non vorrei nulla della fanciullezza se non l energia di allora, ma con la testa di oggi. Non ricordo piu di chi fosse questa frase, ma è tra le mie preferite : ” è un vero peccato che la gioventù sia in mano ai giovani” ma forse va bene così, faremmo troppe cose ora se ce l’ avessimo…e chi avrebbe più il tempo di ascoltare la pioggia sedute sul divano o di osservare le foglie cadere. Ecco un lusso, possiamo prenderci del tempo, per avere tempo. Senza ritenere di averlo sprecato.

    Piace a 2 people

    1. Cara Silvietta, grazie per i complimenti che hai scritto! Me li andrò a rileggere quando ci saranno le giornate no. Ogni fase della nostra vita ci regala qualcosa, anche quelle che abbiamo detestato. Io ho bei ricordi (ad eccezione di uno, quando è mancato il mio papà, quello mi sembra sempre un periodo faticoso nonostante gli anni passati) sarà che ho una memoria selettiva: dimentico le cose che non mi piacciono😉. Sono certa però che la Gisella di oggi è il risultato della Gisella di ieri, quella che ha fatto errori, che ha fatto scelte giuste, che ha ricevuto delusioni ma crede anche di aver regalato gioia, amore e spensieratezza. E questa Gisella ora ama sedersi ad osservare la pioggia che scende ed il sole che tramonta credendo che si è meritato il tempo per fare le due cose. Invecchiare è veramente una grazia ricevuta. Tanti baci

      "Mi piace"

  5. Gli anni sono passati, in fretta si, molto in fretta, me ne rendo conto adesso è mi chiedo, cosa ho fatto fino ad ora? Ho vissuto, semplicemente vissuto, non ho costruito grandi cose se non una famiglia che però adesso è sparpagliata in tre posti diversi da quando le mie piccole se ne sono andate a convivere. A volte penso di averle fatte fuggire perché arrivate all’ età in cui iniziavano a diventare donne sono iniziati anche i piccoli scontri tra me e loro, tra mamma e figlie le quali stavano intraprendendo le loro nuove vite appartenenti più ai loro compagni che ai genitori ed ho sentito il cambiamento, ma allo stesso tempo ricordo anche quando alla loro età aspiravo anch’io ad una vita indipendente dai miei genitori. È una ruota che gira ma il periodo in cui erano ancora bambine mi manca molto…😥 Cmq….sono felice di essere arrivata a questo punto, 53 quest’anno ma me ne sento l’esatto contrario 35! Davvero! Solo che quando passo davanti allo specchio nn trovo mai l’immagine della 35enne che mi aspetto di vedere ma…..mi accontento e mi voglio bene. A 40 anni ho avuto uno stop, come nel film “Una serie di sfortunati eventi” per diversi anni abbiamo avuto perdite di ogni genere, di giovani vite, di lavoro, di denaro, di salute e continuavo a pensare che nessuno mi avrebbe ridato indietro quegli anni bui invece, 10 anni dopo siemo riusciti di nuovo ad assaporare la vita in tutta la sua interezza e ogni giorno siamo grati di svegliarci ancora insieme fino a quando ci sarà dato di esserci.A volte penso di scrivermi un promemoria con tutti i miei consigli su come affrontare la vecchiaia quando e se arriverà, perché ho paura che, come ho detto prima, se è una ruota che gira, di ritrovarmi depressa, sola e incompresa come tanti anziani che conosco e non vorrei proprio viverla così….farò un vademecum e lo metterò in cassaforte, da aprire in caso di bisogno nel….2050😋

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Katia, io so cosa hai fatto: creato una famiglia che come tutte le famiglie a volta ci sembra perfetta e a volte meno. Quando avevamo i ragazzi piccoli Roberto era quello che diceva che avrebbe patito quando i nostri figli ci avrebbero lasciati per iniziare la loro vita. Io dicevo che avrei aiutato a fare le valigie…. Ora anch’io invece ne sento la mancanza e anch’io ricordo con un pochino di malinconia quando ero in cucina a cucinare per tutti agli orari più disparati…
      La vita è sorprendente, toglie e dà e questo altalenare ci fa “ allenare” a puntino e ci regala la capacità di affrontare tutto: momenti di gioia e quelli terribili. Diventiamo forti senza quasi rendercene conto.
      Dovrei anch’io farmi un bel bigliettino da mettere in cassaforte con i DOES e i DON’TS per avere una buona vecchiaia e per evitare di diventare così una vecchietta rompi scatole. Ci possiamo lavorare a quattro mani?
      Ti mando un bacio

      "Mi piace"

  6. Buon pomeriggio cara Gisella, innanzitutto complimenti per la bellissima foto. Per me invecchiare significa,riavvolgere la pellicola, come si fa dopo aver visto un film, a tratti mi fa sorridere, a tratti mi da tanta tristezza, perché vorrei avere con me alcune persone che non ho più, oppure vorrei aver fatto più cose o realizzato alcuni sogni, per il resto dico solo grazie con la consapevolezza che gli anni purtroppo passano, con la speranza di essere un po’ più sicura di me stessa e un po’ più determinata. Ti abbraccio forte!♥️😘

    Piace a 1 persona

    1. Mi piace l’idea che hai: riavvolgere la pellicola. Ma sai che a volte è davvero così? Chissà quanti km di
      pellicola dovremo riavvolgere e chissà se tutti i fotogrammi ce li ricorderemo… A volte quando guardo le foto di quando eravamo giovani mi vengono in mente situazioni e momenti che avevo scordato… ecco questo è il lato negativo dell’età, mi dimentico un po’ di cose, mannaggia. Per tutto il resto accetto con un sorriso la mia vita (e so che ho avuto tanto) Baci Maria Luisa

      "Mi piace"

  7. Gisella carissima, in questa foto sei bellissima e in questo articolo mi ritrovo appieno , proprio qualche giorno fa e’ stato il mio compleanno 58…. manca davvero un soffio alla prossima cifra tonda e anche per me il tempo e’ volato il un soffio.
    Hai scritto delle riflessioni bellissime, un racconto di vita che arriva davvero al cuore.
    Ti sei raccontata aprendoti in modo delicato e autentico.
    Grazie di questo post uno dei più belli per me!
    Io a volte ho un po’ timore del tempo che passa, vorrei essere più disciplinata nello smussare alcuni lati del mio carattere, vorrei essere più forte in alcuni aspetti, sto imparando a prendermi cura delle mie fragilità e fare tesoro delle delusioni, delle piccole sconfitte.
    Grazie Girl ❤️❤️❤️

    Piace a 1 persona

    1. Non si deve parlare di età anagrafica, non lo sai? 😂😂😂😂 Io invece credo che è vero che dobbiamo continuare a smussare i lati del nostro carattere ma credo anche che dobbiamo imparare ad accettare le nostre debolezze. Penso che noi siamo così: fragili e forti al contempo. Penso che tutte abbiamo dato prove di coraggio e tutte ci siamo sentite inadeguate di fronte a situazioni della vita. È bello così, due i motivi: la perfezione non è di questa terra e il Signore ci regala il tempo per migliorarci, questo non scordiamolo mai.
      Un abbraccio gigante!

      Piace a 1 persona

  8. Carissima, il tuo post capita proprio a proposito…Complice il mio recentissimo 50esimo posso dire che sì…proprio nell’ultimo anno mi sento che sto invecchiando. Al contrario di te, che mi pare abbia trovato un equilibrio, io invece mi trovo ancora un po’ in bilico…mi sento che devo ancora prendere le misure soprattutto su come mi sento (sicuramente più stanca) sulle mie esigenze (avere più tempo per me) e su quelle della mia famiglia (un marito e ancora due figli adolescenti). Il tempo sta passando, lo vedo benissimo..non me ne faccio un cruccio anche se un po’ mi pesa.
    Rimangono le note principali del mio carattere ma sono sicuramente diventata più calma e riflessiva e in parte anche più selettiva…alla vita fino ad ora sono grata; come tutti ho avuto dispiaceri ma anche tante cose belle e spero di averne ancora tante.
    un caro saluto

    Piace a 1 persona

    1. buongiorno Isabella, sai che il mio “equilibrio” è arrivato senza che me accorgessi? È arrivato con il passare degli anni e forse quelli che ho più di te hanno aiutato. Anch’io ho passato lo stadio “sono più stanca”, “mi sono arrivate le rughe”, “sto ingrassando” poi però mi sono detta (probabilmente inconsciamente) va bene lo stesso: sono sempre io, con la mia famiglia, il mio carattere, le mie insicurezze e la mia volontà di arrivare dove voglio. Sì anch’io ancora con la speranza di avere ancora tante cose belle, come dici tu. Forse è questa speranza che ci fa rimanere giovani dentro nonostante tutti gli altri cambiamenti. Ti abbraccio

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...